Esercito di Terracotta

Scultura

– Museo a Xi’an, Cina – Correlazioni: wikipedia >

L’Esercito di Terracotta è probabilmente una delle più grandi scoperte archeologiche del secolo scorso. Famoso in tutto il mondo per la sua importanza storica, dal 1987 è stato iscritto nell’elenco dei beni Patrimonio dell’Umanità.
L’esercito di terracotta fa parte del corredo funebre del primo imperatore cinese Qin Shi Huang (221 a.C.). A commissionare l’imponente fabbricazione di questi migliaia di guerrieri di terracotta fu lo stesso Qin Shi Huang ancora prima di diventare il primo imperatore della Cina. Avviando cosi la realizzazione del più imponente mausoleo cinese (più di 50 km quadrati).
Ci si chiede cosa può celare, oltre la megalomania, la volontà di essere sepolti insieme ad un imponente esercito di terracotta? Gli studiosi hanno trovato la risposta a questo nell’ossessione dell’imperatore per l’immortalità. Infatti, secondo le credenze, vista l’ineluttabilità della morte, la vita eterna era ottenibile solo dopo la morte. Quindi a fare da ponte tra la dimensione terrena e quella ultraterrena era ovviamente la tomba, che in qualche modo rappresentava la casa nell’Aldilà.
Dopo millenni, i soldati sono ancora immobili, in posizione e pronti all’attacco e con la loro sola presenza, tengono vivo il ricordo della grandezza dell’imperatore Qin Shi Huang. Insomma, oltre alla bellezza e al fascino che ci ha lasciato con questo imponente lavoro scultoreo, per l’imperatore è stato sicuramente un modo come un altro per ottenere la tanto desiderata immortalità.

Citazioni, immagini e video a scopo culturale divulgativo senza fini di lucro.

~ ~ ~

Editing: ArteInvest – Autore: Salvatore Orazio Sambataro – Impaginazione e layout: Daniela Forlan – Grafica e programmazione: Giuseppe Perseo – Per info e contatti visita la pagina: Lo Staff

Avviso: i commenti vengono moderati con una cadenza di 12h, quelli contenenti frasi volgari, e-mail false o spam saranno eliminati.

~ ~ ~

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *