The Business Man di Terry Allen

Passeggiando per il financial district di Los Angeles, tra un grattacielo e l’altro, ecco che ci s’imbatte in questa inconsueta scultura con la testa completamente dentro il muro: The business man.
L’opera realizzata in bronzo raffigura il tipico uomo d’affari. In completo giacca e cravatta, scarpe eleganti e dettagli che evidenziano il suo status sociale. In una mano tiene con forza una valigetta, probabilmente colma di carte. Insieme alla cravatta anche il corpo spezza quell’equilibrio formale che comunemente si addice a un manager. Gambe tese, schiena inclinata, braccia dritte ma, dove ha messo la testa e cosa ci fa in quella posizione? Il messaggio è molto chiaro ed eloquente: quell’elegante signore appare decisamente disperato. A conferma di quella che appare come un’ovvia deduzione basterebbe chiedere il nome dell’edificio. Si tratta, infatti, dell’Ernst & Young, una tra le più note società al mondo di servizi professionali di revisione e contabilità. Evidentemente, quindi, è questo quell’insieme di sentimenti profondi idealizzati e trasferiti nell’opera dall’artista. Una statua che rappresenta un uomo con la testa ormai dentro il muro suggerisce l’idea della mente completamente assorbita e persa nel lavoro. Sconforto, abbattimento, angoscia, ritmi insostenibili, insomma la perfetta icona di un uomo d’affari stressato dalla frenesia del guadagno e dal mondo nel quale oggigiorno viviamo.

~ ~ ~

Editing: ArteInvest – Autore: Salvatore Orazio Sambataro – Impaginazione e layout: Daniela Forlan – Grafica e programmazione: Giuseppe Perseo – Info e contatti: lo staff

~ ~ ~

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *