Gocce d’Arte – Opere di Bruno Chiodarelli

“La sedia rossa” – Digital Art ( 36×54)

Su intonaci sgretolati di antiche mura si rincorrono i riflessi di una misteriosa fonte di luce che, dall’alto, ripiombano in basso, per far riemergere, dal labirinto di lontani ricordi, una sedia rossa di vecchia forgia. Ci si chiede, allora, che valore o significato essa abbia, proiettata in un luogo dai caldi colori del fuoco. È forse un invito a fermarsi, durante la frenetica corsa della vita e a riflettere, in pace, avvalendosi del lume della ragione? Il tempo scorre con inesorabile velocità e, ben presto, l’uomo si ritrova canuto e solo, forse tormentato dai venti di tardiva passione e forse seduto, per costrizione, su una seggiola, a rimpiangere i sogni svaniti o risucchiati da quel vano desiderio di una irraggiungibile felicità…

“Trasporto…Arte” – Digital Art ( 36×54)

È come se sbucasse da un lontano sogno rinascimentale questo tram rosso, proveniente da un immaginario viaggio nel gloriosissimo passato dell’arte. Lo si sente arrivare con quel sibilo lieve e continuo, tipico dell’eco della fantasia, che riesce, con arcana energia, a destare la curiosa attenzione del fruitore, intento a riconoscervi dentro gli attoniti ed anacronistici passeggeri. E, prima che il suo sguardo si riprenda dall’intimo stupore e provi ad accennare un lieve saluto ad una storia arcaica ed evanescente, il veicolo velocemente sfrecciando oltrepassa l’arco del tempo, per immergersi nell’estatica oasi del puro e semplice godimento estetico…

“Tre lampioni” – Digital Art (36×54)

Ad una prima visione, l’occhio attento dell’osservatore è attratto da un chiaro edificio, posto quasi in diagonale, simile alla tastiera di un muto pianoforte, per poi spostarsi su tre curvilinei lampioni, che si atteggiano ad imponenti guardiani, in una notte desiderosa di musicale melodia. Ma… la città resta immersa nel suo abissale e monotono silenzio e, solamente la leggiadra luna piena, riflessa con l’aurea corona negli alti palazzi, ne ascolta i misteriosi palpiti e, serenamente, l’avvolge con un alone di regalità solenne…

~ ~ ~

Editing: ArteInvest – Commenti: Giovanna Cappuzzello – Impaginazione e layout: Daniela Forlan – Grafica e programmazione: Giuseppe Perseo – Info e contatti: lo staff

~ ~ ~

Condividi questa pagina

3 commenti “Gocce d’Arte – Opere di Bruno Chiodarelli”

  1. Puntuale come sempre la disamina di Giovanna. La sedia, non usurata come quella di Van Gogh, appare quasi la via d’accesso a un passato palpitante, il treno personalmente mi richiama quello di Harry Potter in una dimensione fantastica di sogno parallela e voglia di musica, o forse di essere trasportati in un universo più vero!?

  2. Incantevoli opere, imperniate sul gioco allusivo e melanconico, capaci di sprigionare sentimenti mai sopiti che tra le sfumature fluttuanti del tempo emergono con enfasi tra ardenti cromie. Osservare queste opere d’arte e’ come tuffarsi nei meandri della memoria più recondita e ritrovarsi abbracciati stretti a un passato custodito nel cuore. 💔 Emozionanti….. complimenti!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *