John Everett Millais (Ophelia – 1851)

John Everett Millais dipingeva direttamente dal vivo, ogni volta che ne aveva la possibilità. Infatti, gran parte della vegetazione trovata in Ofelia è stata dipinta en plein air, osservando i bordi del fiume Hogsmill. La 19enne modella Elizabeth Siddall, invece, posò tutto il tempo immersa in una vasca da bagno piena d’acqua, scaldata con delle candele, nello studio londinese dell’artista. La ragazza rimase stoicamente immobile per tutto il tempo, anche quando il riscaldamento nello studio smise di funzionare. L’esperienza le causò un brutta bronchite e Millais fu costretto a risarcire il padre della modella con 50 sterline per il pagamento delle cure mediche.

Condividi questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *