Tentativo di fuga da un cielo di pietra

Autore Esterno

Autore dell’articolo: FK – Franco De Nino


Questa radice è cresciuta sotto il viale di casa mia e quello che per me è un comune pavimento per lei è sempre stato un cielo di pietra. Quando tolsi le pietre mi trovai di fronte un enorme quadro di Jackson Pollock fatto di radici la cosa che più mi colpì fu la sua forma tutte quelle roselline, protuberanze, avevano un senso: erano le radici che impattano sulla pietra. il mio pensiero fu: Tentativo di fuga.
La radice rappresenta la nostra condizione umana e il suo continuo tentativo di elevare il pensiero oltre le barriere della realtà. La nave rappresenta il nostro mondo personale col suo carico di paure e inquietudini, ma anche forza, compattezza voglia di dominare il fuori ostile.

E il cielo si oscurò; Giù nella profondità della terra legato dalle radici, solo silenzio e buio. Un cuore che batte, il mio, Fierezza immotivata di un re senza regno. Sotto un cielo di pietra le voci amiche sono lontane, ma un giorno ne sentirai una più vicina delle altre che ti dice: “basta così è tempo di uscire”. Le mani giunte saranno la tua prua che con forza solcherà quel mare di pensieri che ti ha tenuto qui; Potrai sentire di nuovo l’ebbrezza di una partenza, il tuo equipaggio di cupi pensieri, saranno con te, trasportati come spettri di un mondo ormai lontano, con quei colori che ricordano le chiglie delle navi che infrangono le onde con energia e dinamicità. Sarà un viaggio lungo, impegnativo, che forse non arriverà a destinazione, solo un tentativo, nessuna certezza, ma una volta partito. In ogni caso, ciò che ti avrà fatto sentire vivo e che amerai o rimpiangerai di più, sarà stato “l’azzardo” (FK)

Tutti noi abbiamo un cielo di pietra. E’ invisibile, per alcuni trasparente. Per altri indurisce col tempo e oscura la luce. Opprime lo spirito come se il nostro viaggio nella vita fosse in una cambusa di una nave. Quando accade ciò, la cosa più brutta non è la tua infelicità, ma l’ostinata voglia di uscirne senza provarci. Ho costruito attraverso la composizione il soggetto, ho seguito il suo linguaggio, accompagnando la sua crescita, modellando il mio pensiero in quel “Tentativo di fuga da un cielo di pietra”.


La redazione: anche tu puoi collaborare alla crescita del portale inserendo un tuo articolo – Scrivi un articolo


Condividi questa pagina

2 thoughts on “Tentativo di fuga da un cielo di pietra”

Comments are closed.