Una rivista operaia

Gentili Artisti,
L’uso un po’ forzato del termine, presente nel titolo, è dovuto a una nostra riflessione fatta in considerazione dei molti contatti ricevuti in questi giorni. Perché “operaia”? Perché non è nelle nostre intenzioni creare un editoriale d’élite; cosi come non vogliamo dare etichette, titoli o creare fazioni di qualunque genere e natura. Noi siamo per l’Arte, per la Cultura, per il lavoro di Artisti che sperimentano, lavorano e portano avanti i loro progetti con genuina passione. In tutto questo non è contemplata una qualsivoglia contrapposizione di merito con altre realtà; Tutt’altro, saremo sempre ben disposti a mettere in evidenza sul portale ogni tipo di attività operante nel nostro territorio. Lasciando, poi, ogni opinione o valutazione specifica ai singoli soggetti interessati. Sicuramente, questo possiamo affermarlo con fermezza: ArteInvest non baserà mai la sua attività divulgativa su questioni puramente economiche o di opportunità. Questo perché, l’arte e più in generale la cultura, massime espressioni dell’intelletto e dei sentimenti umani, per loro natura non possono essere improntate esclusivamente su vincoli di questo genere.
La redazione di ArteInvest

Condividi questa pagina