La Regina della scultura

Regina Cassolo Bracchi, in arte Regina (21 maggio 1894 – 14 settembre 1974). Una delle figure più importanti, innovative e ancora oggi meno note del panorama artistico europeo del Novecento.
Figlia di un macellaio e orfana in giovane età, Regina è stata la prima donna dell’avanguardia italiana a dedicarsi completamente alla scultura, forzando la ricerca accademica e naturalistica verso l’uso di materiali inediti. Alluminio, fil di ferro, latta e carta vetrata sono stati i mezzi favoriti. Una continua e ricercata analisi compositiva ed espressiva che ha abbracciato inizialmente i modi del Futurismo (firma nel 1934 il Manifesto tecnico dell’aeroplastica futurista). Successivamente quelli del Movimento arte concreta (1948), a cui Regina si avvicinò nel 1951.
In questi giorni La GAMeC di Bergamo ha annunciato la prima retrospettiva, in un museo italiano, dedicata alla scultrice originaria di Mede Lomellina.

Condividi questa pagina