Renè Magritte (Gli amanti – 1928)

L’artista belga, noto per le sue opere surreali, oniriche e decisamente enigmatiche, sostenne sempre la libertà dello spettatore di interpretare come meglio credeva i suoi quadri misteriosi, nei quali la psiche di ognuno poteva ritrovarvi segni e riflessi del proprio io. L’artista realizzò nel 1928 due versioni del dipinto: la più celebre è oggi conservata al MoMA di New York, mentre l’altra, che vede i due amanti guancia a guancia sempre col volto coperto, si trova alla National Gallery of Australia di Canberra.

Condividi questa pagina