Addio allo scultore Remo Bombardieri

Un addio allo scultore Remo Bombardieri “la voce del profondo”, uno dei più originali e apprezzati scultori bresciani. Un personaggio centrale nel panorama dell’arte contemporanea, non solo per il territorio.
Nato nel 1936, aveva compiuto 85 anni il 20 aprile. Allievo di Domenico Lusetti, dopo gli esordi tra pittura e scultura, scelse di dedicarsi esclusivamente a quest’ultima. Con un linguaggio costantemente aggiornato tra figura e astrazione l’ha visto affermarsi anche a livello internazionale. La sua vastissima produzione comprende migliaia di opere, realizzate grazie alla competenza nella lavorazione di tanti materiali, dal ferro, al bronzo e al legno, fino agli impasti ceramici e alle vetroresine.

Condividi questa pagina